Copyright 2018 Partito Democratico Lombardia

Annalisa Silvestro

Componente delle Commissioni 12 (Sanità), Infanzia e Infortuni sul lavoro

 

Sono nata ad Attimis nel ’51 in un piccolo paese in provincia di Udine. Ho lasciato nel 1971 il Friuli e la mia vita di studente all’Università di Trieste per andare a Firenze dove, dopo due anni di corso, mi sono diplomata infermiera professionale nella Scuola Convitto Beatrice Portinari. Ho lavorato nell’ospedale fiorentino di Careggi fino al 1976, anno del tragico terremoto in Friuli che mi ha spinto a rientrare nel mio paese; volevo condividere con la mia famiglia e con la mia gente quella fase così dolorosa e difficile e contribuire alla ricostruzione della casa in cui ero nata e, per quello che potevo, alla rinascita della mia Regione. Ed in Friuli sono rimasta dal ’76 al 2004. Ho lavorato con diversi ruoli: prima come infermiera in Anestesia e Rianimazione – mettendo a frutto la specializzazione acquisita a Firenze; poi come Caposala in Chirurgia dopo aver acquisito il relativo titolo a Udine, poi ancora come Responsabile della gestione del personale dell’Area chirurgica nell’ambito dell’ufficio infermieristico dell’ospedale di Udine a seguito dell’acquisizione del titolo di dirigente infermieristico nell’Università di Milano. Infine come Direttore del Corso di specializzazione in Area critica, Responsabile della formazione permanente del Comparto sanità dell’ospedale di Udine e Direttore del corso OSS. Nel 1995 sono stata chiamata a ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio Infermieristico della neonata Azienda per i Servizi Sanitari “Medio Friuli” che successivamente mi ha conferito l’incarico di Dirigente. Nel 2004 ho accettato di rientrare a Firenze come Responsabile del Servizio Infermieristico ed Ostetrico all’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi. Sempre a Firenze ho conseguito la laurea magistrale in scienze infermieristiche ed ostetriche. Nel 2006 sono approdata in Emilia Romagna come Direttore del Servizio assistenziale, tecnico e riabilitativo dell’Azienda USL di Bologna dove tutt’ora lavoro. Sono da sempre sul campo per la professione infermieristica; ho iniziato con l’Aniarti (che ho contributo a fondare nel 1981) per poi impegnarmi nel Collegio Ipasvi di Udine e quindi nel Comitato centrale della Federazione Ipasvi: prima come componente, poi come Segretaria nazionale ed infine, e a tutt’oggi, come Presidente. Dal 2004 al 2006 sono stata Presidente della Federazione europea delle professioni infermieristiche (FEPI); dal 2008 ad oggi sono componente del direttivo nazionale del Comitato Unitario Professioni (CUP) di cui sono stata vicepresidente nazionale fino al 2012. Nel 2010 ho conseguito il Master di II livello in “Ricerca organizzativa nelle Aziende sanitarie” nell’Università degli studi di Ferrara. Nella tesi di master ho presentato un disegno di ricerca che aveva come oggetto la sperimentazione dell’organizzazione degenziale per complessità assistenziale in un ospedale di rete dell’Azienda USL di Bologna. La tesi e la sperimentazione, tutt’ora in atto e in fase di diffusione e sviluppo anche negli altri ospedali di rete dell’Azienda USL di Bologna e non solo, è correlata ad un modello organizzativo da me concettualizzato (Modello di analisi della complessità assistenziale) che continua ad essere oggetto di studio e di sperimentazione organizzativa per i buoni risultati, sia in ambito organizzativo sia in ambito assistenziale, che contribuisce a far raggiungere.