Copyright 2018 Partito Democratico Lombardia

Provvedimenti di Governo e Regione del 21/03 (Agg. 29/03)

Nella tarda serata del 21/03, il Presidente del Consiglio ha parlato a tutti gli italiani preannunciando nuove misure per prevenire il diffondersi del CoViD-19.

SCARICA IL MODULO DI AUTODICHIARAZIONE PER I TUOI SPOSTAMENTI (versione editabile – aggiornata 26/03/2020)

VAI AL SITO DELLA GAZZETTA UFFICIALE CON TUTTE LE MISURE ADOTTATE IN TEMA DI COVID-19

VAI AL DPCM FIRMATO IL 28/03

VAI ALLA RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUL DPCM FIRMATO IL 28/03 (3 pagine)

VAI ALL’ORDINANZA NUM. 658 DELLA PROTEZIONE CIVILE DEL 29/03 (83 pagine)

VAI AL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DEL PRESIDENTE CONTE DEL 28/03

Dopo una serie di incontri tenuti nel pomeriggio con le forze sociali in rappresentanza di lavoratori e imprese e con i capi-delegazione dei partiti di Governo, il Presidente Conte ha parlato della “sfida più difficile per il nostro Paese dal secondo dopoguerra“, confermando che rimarranno aperti negozi di generi alimentari, supermercati, farmacie e parafarmacie, garantendo l’attività di tutti i servizi essenziali e annunciando la chiusura delle attività produttive non fondamentali.

Stop anche agli spostamenti – con mezzi pubblici o privati – in un Comune diverso da quello in cui ci si trova, se non per comprovate esigenze lavorative o comunque di assoluta urgenza, o per motivi di salute.

VAI AL DPCM FIRMATO IL 22/03 (9 pagine)

VAI ALL’ORDINANZA DEI MINISTERI DI SALUTE/INTERNO FIRMATA IL 22/03 (2 pagine)

COSA SI PUO’ O NON SI PUO’ FARE: DOMANDE FREQUENTI

VAI AL VIDEO DELL’INTERVENTO DEL PRESIDENTE CONTE DEL 22/03

VAI ALLE MISURE ADOTTATE DAL GOVERNO (in costante aggiornamento)

Forte la raccomandazione a mantenere la calma e a evitare ogni forma di accaparramento, perché generi alimentari e di prima necessità sono e saranno pienamente disponibili: lo Stato c’è!

Poco prima Regione Lombardia aveva emanato – in accordo con i Sindaci, le parti sociali e le Associazioni di categoria – un’ordinanza che stabilisce “nuove stringenti limitazioni per contrastare la diffusione del Coronavirus“.

In vigore da domenica, 22/03, l’ordinanza sarà valida (salvo nuove e diverse disposizioni secondo l’evolversi della situazione) sino al 15 aprile.

Tra i principali contenuti, la confermata apertura di farmacie/parafarmacie, supermercati ed edicole, a condizione che venga garantita la distanza di sicurezza di un metro tra le persone. Fermata invece l’attività di cantieri edili e strutture ricettive, divieto di attività motorie e sportive all’aperto, anche se da soli. Ammende sino a 5.000 Euro per chi non rispetterà il divieto di creare assembramenti e raccomandazione a che nei luoghi di lavoro (inclusi supermercati e farmacie) i gestori/titolari provvedano a rilevare la temperatura corporea degli utenti.

SCARICA QUI IL TESTO DELL’ORDINANZA DI REGIONE LOMBARDIA (12 pagine)

SCARICA QUI L’ALLEGATO 1 ALL’ORDINANZA DI REGIONE LOMBARDIA

SCARICA QUI L’ALLEGATO 2 ALL’ORDINANZA DI REGIONE LOMBARDIA

I Sindaci dei 243 Comuni bergamaschi avevano precedentemente scritto al Presidente del Consiglio Conte e al Presidente di Regione Lombardia Fontana chiedendo l’adozione di nuovi provvedimenti restrittivi quali “unica e auspicabile soluzione” all’emergenza CoViD-19.